CRI TORRE PASSERI SU PROGETTO DIVERSABILITA' 

 

Cronaca Abruzzo - CRI TORRE PASSERI SU PROGETTO DIVERSABILITA'

 

(ASIpress) - Tocco da Casauria (Pescara) 7 giu. 2013 - Da piu' di 150 anni Croce Rossa Italiana e' impegnata quotidianamente per prevenire e alleviare la sofferenza umana, contribuire al mantenimento della dignita', dello sviluppo dell'individuo e con l'obiettivo di favorire il supporto e l'inclusione sociale. Per il raggiungimento dello scopo i Giovani C.R.I. dell'Unita' Territoriale di Torre de' Passeri, portano avanti da sei mesi il progetto "Un amico in +". Questa iniziativa e' stata intrapresa dopo un'attenta analisi del territorio e dei bisogni; durante questa rilevazione i Volontari hanno riscontrato la presenza di molti ragazzi diversamente abili. Scopo della iniziativa e' favorire la loro integrazione attraverso lo sviluppo delle loro potenzialita' in ambito extrascolastico: nelle relazioni, nella socializzazione, potenziare l'autostima e favorire il processo di autonomia. Facilitare e incrementare le attivita' di laboratorio e le uscite anche ludico-ricreative oltre che formative. Agli incontri partecipano 8 giovani diversamente abili residenti nel territorio di Torre de' Passeri e dei comuni limitrofi. Gli appuntamenti sono mensili e ognuno e' caratterizzato da un tema differente: dalla conoscenza della Croce Rossa e dei Principi Fondamentali del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ai laboratori creativi e alle uscite. Come ultimo incontro della stagione e' stata programmata una visita guidata all'orto Botanico di Sant'Eufemia a Majella. La visita avra' luogo domenica 9 giugno e la partecipazione e' stata aperta non solo ai ragazzi, ma anche alle loro famiglie e alla popolazione. L'obiettivo e' quello di creare un momento di aggregamento che possa favorire l' inclusione sociale, attraverso un'uscita alla scoperta delle bellezze del Parco Nazionale della Majella. L'appuntamento e' stato organizzato in collaborazione con "Gli Archetti", associazione socio-culturale costituita da volontari che opera nel territorio di Torre de' Passeri promuovendo momenti di aggregazione basati sulla promozione della cultura. La visita dell'Orto Botanico si include in un progetto iniziato a Dicembre 2012, ma di cui i Volontari hanno cominciato a tessere le fibre con il loro cuore e con la loro creativita' da molto piu' tempo. Condividere quest'esperienza e' l'esempio di come l'inclusione sociale possa esistere nella realta' e non solo nei manuali. Le soste, l'andamento a volte piu' lento per rispettare i tempi di tutti, ha permesso ai Volontari di imparare a vedere nuovi dettagli e di accrescere il proprio bagaglio non solo di Volontario, ma anche umano. (ASIpress) Red/Crs - Cronaca Abruzzo - cod.8584 (07/06/2013 15:36:45) Stampa notizia