POLSTRADA SCOPRE SCUOLABUS IRREGOLARI, DENUNCIA E SANZIONI 

 

Cronaca Abruzzo - POLSTRADA SCOPRE SCUOLABUS IRREGOLARI, DENUNCIA E SANZIONI

 

(ASIpress) - Gissi (Chieti) 23 ott. 2020 - A seguito del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenuto nei giorni scorsi in Prefettura, gli uomini della Polizia Stradale di Chieti hanno effettuato numerosi controlli sui pullman e in particolar modo sugli scuolabus. Tali controlli hanno avuto l'obiettivo di verificare la regolarità del trasporto, l'efficienza dei mezzi utilizzati e il rispetto della normativa sul Coronavirus per prevenire i contagi. In particolare i controlli delle pattuglie della Polstrada, hanno interessato alcuni comuni della Provincia di Chieti, ma le maggiori criticità sono state riscontrate a Gissi, ove tre dei pullman controllati non erano in regola. In particolare, uno scuolabus, dopo aver fatto scendere davanti ad una scuola decine di piccoli alunni delle scuole elementari, veniva sottoposto a controllo documentale. Dall'analisi dei documenti è emerso che il mezzo era totalmente privo di assicurazione. Il mezzo è stato pertanto sequestrato e il conducente sanzionato con un verbale di oltre 800 euro. Il mezzo era anche privo dei marteletti frangi-vetri, obbligatori per legge. Un altro pullman è stato invece sanzionato per la totale inefficienza del veicolo, in particolar modo sono state riscontrate gravi irregolarità, quali cinture di sicurezza non funzionanti e alcuni sedili completamente rotti e non ancorati. Tali gravi irregolarità hanno fatto sorgere molti dubbi agli agenti della Stradale che così hanno deciso di approfondire i controlli presso la ditta, dai quali è emerso che il pullman era totalmente privo dell'autorizzazione regionale ad effettuare il trasporto scolastico. Pertanto si è provveduto ad elevare al titolare pesanti sanzioni per trasporto scolastico abusivo, inoltre quanto dall'esame della carta di circolazione di uno dei mezzi, è emersa anche un' alterazione del tagliandino della revisione, in modo tale da far risultare una revisione, in realtà mai effettuata. La carta di circolazione è stata subito sequestrata e il titolare denunciato all'Autorità giudiziaria per il reato di falso. Il Comando Polizia Stradale intensificherà ulteriormente i controlli al fine di garantire più elevati livelli di sicurezza. (ASIpress) Red - Cronaca Abruzzo - cod.45393 (23/10/2020 12:27:32) Stampa notizia