MUNDUNUR, UN PAESE DI MONTAGNA SOTTO L'INCANTESIMO DEL SUD ITALIA 

 

Cultura Abruzzo - MUNDUNUR, UN PAESE DI MONTAGNA SOTTO L'INCANTESIMO DEL SUD ITALIA

 

(ASIpress) - Castel di Sangro (L'Aquila) 1 set. 2020 - Con centinaia di villaggi che punteggiano il paesaggio dell'Italia meridionale, non sorprende che "Mundunur", scritto da Michele Antonio Di Marco, sia stato recentemente tradotto dall'inglese e pubblicato in italiano dal Gruppo Albatros Il Filo a Roma. La prospettiva unica del libro è sul significato di un villaggio molisano e sulla sua interrelazione con il sud Italia. I nonni dell'autore sono nati a Montenero Val Cocchiara (Mundunur), in provincia di Isernia, ed emigrati negli USA. I lettori potrebbero trovare di particolare interesse anche il capitolo sulla vita degli immigrati italiani nella città natale dell'autore. Tuttavia, la sostanza principale del libro segue un modo investigativo per scoprire quando e come fu fondato Montenero e si è sviluppato nel corso dei secoli. L'unico approccio investigativo che l'autore assume nel presentare il posto del villaggio nella storia, può servire da modello per scoprire l'evoluzione di altri villaggi del Mezzogiorno grazie ad una scrittura accattivante. Lo stile di vita in ogni villaggio dipende dalla sua posizione geografica e dal clima generale ed è per questo che un capitolo è dedicato esclusivamente alla terra, alla flora e alla fauna della zona. Poi c'è la questione della nascita del villaggio, quando i primi ominidi della penisola lasciarono tracce ad Isernia La Pineta oltre 800.000 anni fa, a poca distanza da Mundunur. Successivamente, le tribù dei Sanniti e dei Romani hanno lasciato il segno nella zona di Mundunur. Tuttavia, il primo riferimento scritto al villaggio è registrato nel Chronicon Volturnensis del 1130. Nei secoli successivi, le invasioni da nord a sud hanno giocato pesantemente su Mundunur. I censimenti ufficiali, effettuati nel 1447, 1753 e 1865, forniscono dettagli affascinanti su Mundunur e sulle vite dei duchi e dei servi che vi risiedono. Le regioni meridionali finirono per essere soggette all'unificazione forzata d'Italia e mentre i meridionali vivevano ad un livello di mera sussistenza, presto dovettero anche affrontare due guerre mondiali. I cambiamenti politici portano a ribellioni e arresti a Mundunur e in tutto il sud. Una delle soluzioni ai problemi esistenti, fortemente sostenuta dal governo, era l'emigrazione. Questo libro riempie un vuoto nella storiografia locale per la regione Molise e offre spunti sulla storia e l'evoluzione di centinaia di piccoli paesi in tutto il sud. La storia del villaggio può anche servire da allegoria per qualsiasi luogo nel mondo in cui le forze della storia e della cultura forgiano il carattere delle persone. Michele Antonio Di Marco ha studiato italiano all'Università per Stranieri di Perugia e ha conseguito un master presso la Seton Hall University. Ha fondato la casa editrice "Via Media Publishing" nel 1991, con la quale per diversi anni ha pubblicato una rivista trimestrale e vari libri. Ha scritto quasi cento articoli pubblicati su diversi periodici. Di Marco è stato consulente ed è apparso in documentari televisivi nazionali trasmessi su Discovery Channel, Arts & Entertainment, The History Channel e The Learning Channel. "Mundunur", 356 pagine, può essere acquistato sul sito dell'editore www.gruppoalbatros.com. (ASIpress) Red - Cultura Abruzzo - cod.45005 (01/09/2020 18:15:40) Stampa notizia