CORONAVIRUS: WILDERNESS ABRUZZO CHIEDE SGRAVI PER FASE 2 

 

Ambiente Abruzzo - CORONAVIRUS: WILDERNESS ABRUZZO CHIEDE SGRAVI PER FASE 2

 

(ASIpress) - Martinsicuro (Teramo) 21 apr. 2020 - "Chiediamo l'istituzione di una Zona Economica Speciale per le montagne d'Abruzzo, l'impegno di defiscalizzazione per il mestiere delle guide: guide alpine, accompagnatori di media montagna, guide ambientali escursionistiche e linee guide per la fruizione in montagna". A chiederlo sono Marano Mario Vola e Massimo Fraticelli della Delegazione Abruzzese di Mountain Wilderness Italia. I due spiegano: "Dopo due mesi di esilio domestico, abbiamo bisogno di serenità, di recuperare un benessere fisico e psichico, abbiamo necessità di sole, di senso di libertà. La montagna può dare tutto questo. La Fase 2 deve consentire una ripresa delle attività di montagna, consentire di poter godere della bellezza della natura, nella consapevolezza che le attività sportive all'aria aperta siano anche utili ai fini di una miglioramento della proprie difese immunitarie. "Insomma non sarà facile, né possiamo illuderci che tutto ricomincerà come prima, ci vorranno tempo e pazienza - continuano Vola e Fraticelli - Questa occasione potrà farci riscoprire il valore etico della montagna. I piccoli gruppi, il silenzio, il cammino solitario, ben distanziato da altri escursionisti, sono tutte modalità che ci aiuteranno ad apprezzare l'ambiente che ci circonda. Ma dobbiamo anche comprendere le esigenze del mondo delle guide, degli accompagnatori, dei gestori di rifugi. Le professioni del turismo montano sono costrette a vivere un momento di grande incertezza, preludio di una crisi che può e deve essere arginata, ecco perché accanto a modalità di svolgimento della professioni è necessario, da parte della Regione Abruzzo, garantire aiuti economici e fiscali". (ASIpress) Red - Ambiente Abruzzo - cod.44186 (21/04/2020 18:07:32) Stampa notizia