ORSO MARSICANO: CORSA DELLA BORA PER PROGETTO WWF 2X50 

 

Ambiente Abruzzo - ORSO MARSICANO: CORSA DELLA BORA PER PROGETTO WWF 2X50

 

(ASIpress) - Pescara 6 gen. 2020 - "Sport e ambiente uniti sotto il segno del panda e stavolta per salvare una delle specie simbolo della natura d'Europa, il nostro Orso bruno marsicano". E' l'incipit che descrive l'azione del Wwf, con i suoi volontari, per salvare l'orso che vive nel Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. "Quella contro l'estinzione dell'Orso bruno marsicano - spiegano dal Wwf - è una corsa contro il tempo: di questa specie restano solo circa 50 individui sulle montagne dell'Appennino centrale, in gran parte concentrati nel Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise. Per salvarli quest'anno sono scesi in campo gli organizzatori della Corsa della Bora, gara internazionale di trailrunning organizzata dall'Asd SentieroUno che dal 4 al 6 gennaio si svolge in uno scenario mozzafiato dalle montagne al mare nei sentieri al confine tra Italia e Slovenia. La Corsa della Bora, giunta alla sua quinta edizione, è diventata negli anni l'evento clou invernale nel panorama nazionale della specialità". Ieri, domenica 5 gennaio, alla S1Sprint (una delle gare previste dalla manifestazione) i partecipanti hanno corso anche per sostenere la campagna "Orso 2x50" lanciata dal Wwf con l'obiettivo di raddoppiare la popolazione dell'Orso bruno marsicano e portarla a 100 individui entro il 2050. Parte del ricavato dell'iscrizione alla corsa sarà devoluto a favore del progetto "Orso 2x50" e inoltre l'Orso ha simbolicamente "corso" con gli iscritti grazie ad una speciale t-shirt prodotta per l'occasione. Un punto informativo allestito dai volontari del Wwf ha poi fornito informazioni sull'Orso bruno marsicano e sul suo "cugino" alpino. "La forza di una grande Associazione come il Wwf è anche quella di mettere in rete tutte le sue forze - dichiara Filomena Ricci, delegato WWF in Abruzzo - Siamo orgogliosi del lavoro fatto dai nostri amici del Wwf del Friuli Venezia Giulia, e di Trieste in particolare, perché è molto importante far conoscere anche in altre regioni la difficile situazione dell'Orso bruno marsicano e gli sforzi che si stanno compiendo per salvarlo". (ASIpress) Red - Ambiente Abruzzo - cod.43131 (06/01/2020 12:20:58) Stampa notizia