ARTIGIANATO: LIEVE FLESSIONE IN ABRUZZO, EDILIZIA IN CALO 

 

Economia Abruzzo - ARTIGIANATO: LIEVE FLESSIONE IN ABRUZZO, EDILIZIA IN CALO

 

(ASIpress) - Chieti 3 gen. 2020 - Artigianato in Abruzzo e la Federazione Regionale di Casartigiani ha fotografato i dati di Unioncamere: il settore ha ancora vitalitÓ. L'analisi si basa sui dati tra settembre 2018 e settembre 2019, periodo durante il quale le imprese artigiane iscritte alle tre Camere di Commercio abruzzesi sono passate da 32.684 a 32.067 unitÓ. In termini percentuali la flessione ha interessato l'1,9% del settore e 617 aziende in termini numerici. Il settore dell'artigianato, in Abruzzo, conta su una forza lavoro complessiva di circa 80mila addetti e quindi ha una chiara valenza economica e di tutela dell'occupazione. Da considerare, per avere un quadro pi¨ chiaro, il confronto effettuato da Casartigiani Abruzzo tra il settore dell'Artigianato ed il resto delle imprese presenti nella Regione. Dai dati si evince come le 32.067 aziende artigiane rappresentino il 20,7% delle complessive 154.846 imprese iscritte agli Enti Camerali in Abruzzo. In provincia di Teramo il rapporto sale addirittura al 24,7%. Il trend in Abruzzo? Crescono parrucchieri, estetiste e lavanderie. Stabile invece il segmento tessile e dell'abbigliamento. In lieve flessione il comparto dell'edilizia. Casartigiani Abruzzo auspica l'istituzione del Fondo Centrale Regionale di Garanzia e di un voucher per la riduzione delle commissioni garanzia. (ASIpress) Red - Economia Abruzzo - cod.43104 (03/01/2020 12:57:52) Stampa notizia