MEMORIA: IN ABRUZZO MOSTRA RACCONTA EROI NASCOSTI DELLO SPORT 

 

Cultura Abruzzo - MEMORIA: IN ABRUZZO MOSTRA RACCONTA EROI NASCOSTI DELLO SPORT

 

(ASIpress) - Castel di Sangro (L'Aquila) 6 dic. 2019 - Oro olimpico nel 1920 nella ginnastica artistica, Paolo Salvi fu arrestato come antifascista dopo l'8 settembre del '43, rilasciato finì nuovamente in carcere nel '44. Trasferito a Mauthausen e classificato come "detenuto politico" morì il 12 giugno 1945 in circostanze non chiare. Nella comunicazione ufficiale del comando tedesco si parla di "mitragliamento aereo del nemico". La sua storia è una delle tante che racconta la mostra "I campioni nella memoria" promossa dall'Unione Italia Veterani dello Sport di Firenze. Dopo un lungo tour in diverse regioni italiane, approda in Abruzzo per iniziativa dell'associazione "Il Sentiero della Libertà" e troverà spazio prima a Castel di Sangro, presso l'Istituto scolastico "Patini- Liberatore" dal 13 dicembre, poi a Sulmona all'Archivio di Stato dal 1 al 15 marzo 2020 e successivamente fino al 30 marzo nella Cappella del Corpo di Cristo all'Annunziata, sempre a Sulmona. 50 pannelli riportano alla luce vicende dimenticate, rimaste a lungo sconosciute come la storia delle 5 ginnaste ebree della squadra olandese che trionfò ad Amsterdam nel 1928 conquistando l'oro olimpico, deportate nei campi di Sobibor e di Auschwitz. Stessa sorte toccò ai due allenatori. Furono uccisi tutti, solo una ragazza, Elke De Lieve, riuscì a sopravvivere. L'inaugurazione del 13 dicembre a Castel di Sangro, alla quale parteciperà Paolo Allegretti, presidente dell'Unione Nazionale Veterani dello Sport Firenze, sarà accompagnata, alle 11, da una riflessione a più voci "Scuola, sport, marcia, vita e memoria" che darà l'avvio alle manifestazioni promosse in occasione della 20/ma edizione della marcia internazionale "Il Sentiero della Libertà". Interverranno Cinzia D'Altorio, dirigente scolastico dell'Istituto che ha condiviso l'iniziativa, Angelo Caruso, presidente della Provincia dell'Aquila, Mario Setta e Maria Rosaria la Morgia dell'associazione "Il Sentiero della Libertà", Antonello Passacantando dell'USR Abruzzo e lo storico Mario Rainaldi. Lia Levi, una delle più importanti scrittrici italiane, vincitrice di numerosi premi tra i quali, l'estate scorsa, il Premio Croce, parlerà del suo nuovo libro "L'Anima Ciliegia" e dialogherà con studenti e studentesse. (ASIpress) Red - Cultura Abruzzo - cod.42799 (06/12/2019 12:39:17) Stampa notizia