RISTORANTE TIPICO ABRUZZO: PRESENTATO MARCHIO 

 

Economia Abruzzo - RISTORANTE TIPICO ABRUZZO: PRESENTATO MARCHIO

 

(ASIpress) - Pescara 3 giu. 2019 - Si potranno presentare a partire da oggi le domande per ottenere l'uso del marchio collettivo "Ristorante tipico d'Abruzzo". Per l'iscrizione nel relativo registro le domande dovranno essere compilate e trasmesse al Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione utilizzando il modulo scaricabile on line, unitamente alla documentazione richiesta. Ad illustrare l'importante novitÓ sono stati, questa mattina, a Pescara, il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, e l'assessore allo Sviluppo economico, Mauro Febbo. Il presidente Marsilio ha parlato di "lavoro corale che ci aiuta a comprendere come certi risultati non siano episodici. Qui non c'Ŕ una singola eccellenza che emerge - ha proseguito - ma Ŕ un intero territorio in grado non solo di esprimere e comunicare una enogastronmomia di qualitÓ ma di legare arte, paesaggio e tradizioni locali al gusto della cucina locale abruzzese". Attraverso il marchio la Regione Abruzzo intende promuovere e valorizzare le produzioni agroalimentari e zootecniche inserite nel proprio sistema per la qualitÓ controllata; promuovere lo sviluppo della ristorazione tradizionale di qualitÓ per la tutela della cultura enogastronomica del territorio abruzzese; tutelare e valorizzare la cultura enogastronomica del territorio regionale abruzzese; tutelare il consumatore, attraverso una maggiore informazione sulla ristorazione tradizionale di qualitÓ. Il Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio concede in uso il marchio "Ristorante tipico d'Abruzzo" a tutti i ristoranti dell'Unione europea. Il marchio comporta l'iscrizione nel Registro dei Ristoranti tipici d'Abruzzo. Tra requisiti obbligatori il men¨ denominato "nel solco della tradizione": con almeno il 50 % dei piatti proveniente dalla tradizione, scritta o orale, della gastronomia abruzzese, realizzati con almeno il 60% dei prodotti provenienti dalle produzioni tipiche d'Abruzzo; il men¨ denominato "nel solco della tradizione e dell'innovazione": con almeno il 25% dei piatti proveniente dalla tradizione, scritta o orale, della gastronomia abruzzese e almeno il 25% dei piatti frutto di una reinterpretazione dalla medesima gastronomia tradizionale abruzzese, realizzati con almeno il 60% dei prodotti provenienti dalle produzioni tipiche d'Abruzzo; il men¨ denominato: "nel solco dell'innovazione" realizzato con almeno il 60% dei prodotti provenienti dalle produzioni tipiche d'Abruzzo. Le produzioni tipiche d'Abruzzo sono giÓ inserite nell'Elenco nazionale dei prodotti agroalimentari della Regione Abruzzo. Per quanto riguarda i vini il ristorante dovrÓ assicurare nella carta 1 etichetta abruzzese ogni 2 coperti. Occhio anche al biologico: il ristorante dovrÓ acquistare,da aziende certificate biologiche, almeno il 30% del 60% dei prodotti utilizzati per realizzare il 100% di tutte le produzioni gastronomiche. (ASIpress) Red/Economia/cod.40676 (03/06/2019 14:35:35) Stampa notizia