CINEMA: RUOLO DELLE SALE IN ABRUZZO, IL PUNTO CON IGIOLAND 

 

Cultura Abruzzo - CINEMA: RUOLO DELLE SALE IN ABRUZZO, IL PUNTO CON IGIOLAND

 

 

(ASIpress) - Corfinio (L'Aquila) 15 mag. 2019 - Cinema, territorio e promozione culturale, viaggio nella realta' di Igioland, un multisala a Corfinio, nella Valle Peligna. A fare il punto della situazione e' Lucia Mondazzi, collaboratrice alla programmazione, che spiega: "Un esercizio commerciale, qualunque prodotto tratti, deve avere presente il giusto equilibrio tra offerta e domanda. E se anche si tratta di prodotti a sfondo culturale o di intrattenimento, l'atteggiamento e' il medesimo. Ad oggi, l'esercente cinematografico offre un'esperienza, e come tale deve rispettare il desiderio del proprio target, espresso attraverso una statistica sugli ingressi in sala, in base ai differenti film proiettati durante l'anno. Contemporaneamente non puo' sottovalutare il proprio modello divulgativo. Ovvero la propria linea guida, le intenzioni sul tipo di valori da diffondere, e cosa non passare". Il Cinema e' la settima Arte. Non a caso la piu' potente. La collaboratrice afferma: "Dal momento che sono coinvolti suono e immagine, chi tratta di cinema, e' cosciente sempre di cio' che sta proiettando, assumendosene piena responsabilita'. Anche quando un film e' incentrato completamente sull'immaginazione, dunque volto interamente all'entertainment, questo non vuol dire che lo spettatore uscira' dalla sala incolume, come se nulla fosse stato. No, avra' assorbito ogni messaggio, che attraverso quel prodotto, sara' passato. Elaborera' ogni contenuto, che c'e', ed e' presente in un film, anche quando, apparentemente, non tratta cultura, ma, comunque, 'fara' cultura'. Per cui, il nostro compito, quello di chi gestisce delle sale cinematografiche, non puo' e non deve essere sottovalutato". Il ruolo della sala, quindi, non e' sminuito rispetto al luogo comune che vede "produzione e distribuzione" fare la parte del leone e la collaboratrice conclude: "Alla fine, e' l'esercente ad avere il potere sulla scelta finale: cosa proietatre e cosa no". (ASIpress) Red/Cultura/cod.40388 (15/05/2019 11:06:35) Stampa notizia