SALDI 2019: IN ABRUZZO PARTONO IL 5 GENNAIO 

 

Economia Abruzzo - SALDI 2019: IN ABRUZZO PARTONO IL 5 GENNAIO

 

 

(ASIpress) - Pescara 2 gen. 2019 - Interessano oltre 15 milioni di famiglie, muovono in totale 5,1 miliardi di euro, con una spesa media a famiglia di 325 euro e circa 140 euro di spesa a persona: sono questi secondo le stime dell'Ufficio Studi Confcommercio i numeri dei saldi invernali gia' partiti oggi in Basilicata e Sicilia, domani in Valle d'Aosta e dal 5 gennaio in tutte le altre regioni (e quindi anche in Abruzzo). Per Renato Borghi, presidente di Federmoda/Confcommercio, "saranno saldi - euro piu' euro meno - in linea con quelli dello scorso anno, ma avranno la straordinaria opportunita' di risvegliare i consumi. Il 2018 si e' chiuso senza botti e con molte preoccupazioni per i commercianti che si vedono schiacciati da consumi che non decollano, concorrenza sleale del wild web, costi incomprimibili e tasse sempre piu' asfissianti. Bene dunque l'aver sterilizzato per questo 2019 l'incremento di 2,2 punti percentuali dell'Iva, ma occorre molto di piu' per rilanciare la nostra economia a partire dalla riduzione della pressione fiscale e del costo del lavoro per arrivare alla previsione di una web tax per i colossi del web, vista la difficolta' di avere un'univoca norma comunitaria". Il valore dei saldi invernali si aggira sui 5,1 miliardi di euro, con un acquisto medio per persona pari a 141 euro. La possibilita' di cambiare il capo dopo che lo si e' acquistato e' generalmente lasciata alla discrezionalita' del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme. In questo caso per il negoziante scatta l'obbligo della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso cio' risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore e' pero' tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. Per quanto attiene la prova dei capi non c'e' obbligo; e' rimessa alla discrezionalita' del negoziante.Il negoziante deve indicare il prezzo normale di vendita, la percentuale di sconto e il prezzo finale. (ASIpress) Red/Economia/cod.39183 (02/01/2019 16:32:52) Stampa notizia