AUTOSTRADE: ABRUZZO, 80 SINDACI CONTRO RINCARI A24 E A25 

 

Ultime notizie di Cronaca in Abruzzo - AUTOSTRADE: ABRUZZO, 80 SINDACI CONTRO RINCARI A24 E A25

 

(ASIpress) - Carsoli (L'Aquila) 2 giu. 2018 - 80 sindaci di Abruzzo e Lazio si sono incontrati a Carsoli, impegnati contro gli aumenti dei pedaggi. Hanno intrapreso le vie legali conferendo all'avvocato Enrico Michetti il mandato per richiedere, (istanza gia' presentata), al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, i documenti inerenti la concessione all'Autostrada dei Parchi ad oggi non consultabili. Una richiesta che, se non accolta, aprira' la strada ad un vero e proprio ricorso amministrativo. I sindaci hanno anche deciso di procedere con un'istanza, sempre per accedere agli atti, da parte dei cittadini delle comunita' interessate, cittadini che potranno aderire attraverso una modulistica, da ritirare presso i Comuni di appartenenza. Il sindaco di Aielli, Enzo Di Natale, uno dei promotori dell'iniziativa, tra i piu' attivi in questa lotta, ha evidenziato come, fin dal primo giorno e in piu' occasioni, e' stata richiesta la sospensione dei rincari autostradali che ammontano al 12%, ovviamente parliamo degli ultimi. "Abbiamo avanzato richieste a tutti i livelli - ha spiegato Di Natale - ma non siamo riusciti ad ottenere nulla. Come preannunciato gia' tempo fa, abbiamo dato seguito all'azione legale, tutti d'accordo abbiamo quindi delegato un nostro avvocato di fiducia, per farci accedere agli atti". "Quello dei rincari autostradali, e' un problema molto serio - aggiunge Di Natale - da anni assistiamo ad aumenti dei pedaggi sulla A 24 A 25, costi diventati assurdi e insostenibili per moti utenti, soprattutto in considerazione del fatto che l'autostrada, ad oggi, e' l'unica via di comunicazione veloce per raggiungere sia Roma che Pescara. L'unica perche', pensare ai trasporti ferroviari nella nostra zona, e' assurdo, una linea vecchia, obsoleta, lenta, con treni vecchi, insomma utilizzarla per raggiungere le due Citta' rappresenta piu' un'odissea che altro". (ASIpress) Red - Cronaca Abruzzo - cod.36793 (02/06/2018 10:27:16) Stampa notizia