TASSE SISMA: PEZZOPANE (PD), EUROPA BUROCRATE SCRIVE A VANVERA 

 

Politica Abruzzo - TASSE SISMA: PEZZOPANE (PD), EUROPA BUROCRATE SCRIVE A VANVERA

 

 

(ASIpress) - L'Aquila 15 apr. 2018 - Stefania Pezzopane, deputata del Pd, interviene sulla manifestazione di domani a L'Aquila "Ci vediamo alla Fontana Luminosa,cosi' in tanti mi dicono in queste ore e sono sempre piu' numerosi. Spero tanto in un sostegno significativo. Le adesioni che giungono da ogni parte d'Abruzzo, categorie, sindacati, comuni, forze politiche, rappresentanti istituzionali danno il segno di quanto sia importante la giornata del 16 a cui seguira' dopo pochi giorni il pronunciamento del Tar". La Pezzopane continua: "Dopo mesi di trattative portate avanti cercando di far capire le ragioni di un territorio che ha rischiato di morire, ora e' la volta della voce di popolo, con la manifestazione del 16 diciamo no ad una palese ingiustizia, ad una burocrazia e una politica che non vogliono fare fino in fondo i conti con quello che accadde qui a L'Aquila e nei territori colpiti quel maledetto 6 aprile. Errori, distrazioni, falsa coscienza hanno prodotto una richiesta assurda ed inaccettabile. L' Europa e' stata importante dopo il terremoto, ma ora e' distante e contraddittoria, ci ha dato i fondi per l'emergenza e ora vuole riprendersi le tasse sospese con legge di stato che servivano a non far morire le imprese. Scrivono a vanvera di aiuti di stato, ma cosa dicono quei burocrati, noi stavamo morendo, e quello che abbiamo avuto ce lo siamo conquistati con le unghie e con i denti. La proroga di 120 giorni decisa giovedi' dal governo, e' importante ma non basta, bisogna risolvere definitivamente e mentre attendiamo il Tar, riprendiamo la nostra unica voce. Quando nel 2009 e 2010 volevano farci restituire tutto e subito, manifestammo sull'autostrada, fui denunciata ed indagata". (ASIpress) Red Stampa articolo in pdf