TEATRO: PARCO ABRUZZO PRESENTA MILA DI CODRA 

 

Spettacolo Abruzzo - TEATRO: PARCO ABRUZZO PRESENTA MILA DI CODRA

 

(ASIpress) - Scanno (L'Aquila) 5 ago. 2013 - Il Parco, dice il Commissario Giuseppe Rossi, "oltre che sul Fronte della Natura" per la cui tutela spende le sue piu' importanti energie, e' anche e sempre piu' presente sul "fronte della Cultura" incoraggiando, sostenendo e promuovendo le migliori e piu' qualificate iniziative culturali del territorio come quelle, ad esempio, organizzate nei Comuni di Gioia dei Marsi, Civitella Alfedena, Pescasseroli, Scanno, Filignano, Alvito e tanti altri. Nel quadro degli eventi previsti dal "Teatro di Gioia", lo spettacolo "Mila di Codra" tratto dalla "Figlia di Iorio" di Gabriele D'Annunzio, sara' rappresentato per cinque giorni dal 7 all'11 agosto alle ore 17,30, nella Frazione di Frattura di Scanno dalla Compagnia "O Thiasos Teatro Natura". Mila di Codra, da La Figlia di Iorio di D'Annunzio, nasce dall'incontro felice di una pluriennale relazione tra la compagnia O ThiasosTeatroNatura di Sista Bramini, il Festival Nazionale Teatro di Gioia con la direzione artistica di Dacia Maraini e il Parco Nazionale D'Abruzzo, Lazio e Molise che, da tredici anni ospita il Festival e gli spettacoli di O Thiasos. La drammaturgia di Dacia Maraini essenzializza il testo di D'Annunzio, divenuto quasi emblematico dell'identita' dell'Abruzzo, per mettere in evidenza il tema della violenza sulle donne che affonda le sue radici nel lontano passato e che, come in un incubo, secondo quanto attestano cronache e processi attuali, sembra aver ripreso ad aumentare vertiginosamente. Il paese abbandonato, ma fortemente suggestivo, di Frattura vecchia a Scanno, distrutto dal terremoto del 1915, attraversato ieri e oggi dalle greggi, ospitera' la vicenda di Mila interagendo poeticamente con essa. Gli spettatori, al cospetto delle montagne che sovrastano i resti del paese, sentiranno risuonare, tra vicoli e pietre, i versi piu' intensi della poesia teatrale dannunziana intrecciati ad antichi canti di pellegrini e pastori, e si ritroveranno ad essere testimoni di una vicenda commovente e universale che coinvolge le coscienze di ogni tempo. Lo spettacolo coprodotto da O Thiasos, Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e l'Associazione Teatro di Gioia, verra' rappresentato successivamente nei Comuni del Parco che lo richiederanno, realizzando un progetto unitario dei tre versanti che rendono l'area protetta volano di sinergia e di cultura. (ASIpress) Red/Crs - Spettacolo Abruzzo - cod.10117 (05/08/2013 14:17:42) Stampa notizia